www.tillys.com: only for skull’s lovers!

…abbigliamento, accessori uomo e donna, in una carrellata di proposte per chi non sa rinunciare a piccoli o grandi teschi. Per visualizzare molte altre proposte collegatevi a http://www.tillys.com. Thilly consegna anche in Italia.

 

Annunci
Pubblicato in Abbigliamento, Abbigliamento ed accessori, Funny, Link, Natale | Lascia un commento

2011 FORD F-150 Harley-Davidson

Ford ha aggiornato il pick-up F150 “Harley Davidson Edition” utilizzando il nuovo otto cilindri 6,2 in luogo del precedente V8 5,4. Che tradotto, significa? “Questo motore ha tonnellate di coppia, ed è già sotto i cofani delle versioni SVT Raptor e Super Duty”, commenta il responsabile Ford per i motori V8. Il suo entusiasmo è facilmente spiegabile, visto che il nuovo V8 eroga 415 CV (+90 rispetto al predecessore), 590 Nm di coppia (+98) e permette all’F150 di trainare ben 4,22 tonnellate. Ah, quasi dimenticavamo che “lo scarico è stato accordato per esaltare le qualità sonore del V8”. Sia mai… Il pick-up americano è stato poi modificato in alcuni elementi secondari, fra cui i cerchi in lega da 22 pollici, i sedili in pelle nera con logo “Harley Davidson”, il navigatore satellitare con schermo da 8 pollici e telecamera posteriore di parcheggio. Due le colorazioni disponibili: Tuxedo Black e Ingot Silver. Il nuovo Ford F150 “Harley Davidson Edition” sarà disponibile nelle concessionarie a partire dall’inverno.

Pubblicato in Accessori per la guida, Harley Davidson, Lettura, News, Nuovi modelli | Lascia un commento

Harley-Davidson Factory Customization in un video

E’ il nuovo servizio offerto dalla storica casa motociclistica americana. L’idea è di aprirsi al pubblico e, come mostra il video, permettere ai bikers che lo desiderano di uscire dal coro, e comprare la propria moto completamente personalizzata. E’ possibile progettare la propriaHarley-Davidson 1200 Custom, e in seguito lasciare che in fabbrica provvedano alla personalizzazione.

Sarà possibile installare le ruote, la sella, il manubrio, le pedane poggiapiedi in base alla posizione desiderata, la verniciatura e la grafica, le finiture del motore e la sicurezza. Migliaia di rivenditori potranno fornire il servizio, permettendo così all’acquirente di gestire il progetto anche da lontano.

La comodità sta nel nuovo servizio Harley-Davidson Bike Builder, che permette di personalizzare online la propria moto, stampare il progetto e recarsi presso un concessionario H-D presentando il proprio ordine. In appena quattro settimane, si avrà così la possibilità di sfrecciare per strada con la propria Harley fatta su misura!

Pubblicato in Harley Davidson, Lettura, Link, News | Lascia un commento

Cinema su due ruote

Il Selvaggio (The Wild One)  (1954) – bianco e nero – Regia di Làszlò Benedek – Scritto da John Paxton – LA STORIA: Una gang di 40 biker, i ‘Ribelli Neri’, si intrufolano in una gara di moto. Vengono mandati via, ma uno del gruppo ruba il trofeo del secondo premiato e lo dà al loro capo, Johnny. La gang si dirige a Wrightsville, dove scorrazza su e giù per la via principale per poi ammassarsi tutti al Bleekers, il bar locale. Il proprietario del bar, lo sceriffo, è contento nel vedere che i bikers spendono i loro soldi, così non fa niente per interrompere la loro baldoria. Johnny si invaghisce della figlia dello sceriffo e prova ad impressionarla con il trofeo. Quando una banda rivale arriva nella città, i problemi per il gruppo sono giusto dietro l’angolo.

Motorcycle Gang  (1957) – bianco e nero – Regia di Edward L.Caha – Scritto da Lou Rusoff. –  LA STORIA: Non è un film comico ma fa ridere per come è realizzato, le scene di moto sono energiche e divertenti. Realizzato con un budget molto basso, non è un grande film. Non è stato importato in Italia.

 

Motorpsycho!  (Motor Psycho) (1965) – Regia di Russ Meyer – Scritto da James Griffith, Hal Hopper.  – LA STORIA: Tre cattivi ragazzi motociclisti, con il leader del gruppo un veterano del Vietnam, stuprano delle donne. Quando avviene lo stupro della moglie di un veterinario, questi li persegue, collaborando con una donna il cui marito fu ucciso dai tre.

I Selvaggi (The Wild Angel) (1966) – Regia di Roger Corman – Scritto da Charles B.Griffith – LA STORIA: ‘Blues’ è il capo di una banda di Hells Angel. Il suo amico, ‘Loser / il perdente’, ha perso la sua moto, ma quando decide di prenderne una alla polizia, rimane colpito. ‘Blues’ e tutto il gruppo portano subito ‘Loser’ all’ospedale ma non riesce a sopravvivere. Si svolge il funerale che degenera in un party, e poi in una lotta. ‘Blues’ è molto avvilito e quando arriva la polizia, rimane da solo ad affrontarla.

 

Angeli dell’Inferno sulle Ruote (Hells Angels on Wheels)  (1967) – Regia di Richard Rush – Scritto da R. Wright Campbell – LA STORIA: Bobby lavora in una stazione di servizio quando incontra una banda di motociclisti alla quale chiede di far parte come candidato. È felice quando gli “Hells Angel” lo fanno entrare subito nel gruppo dopo aver partecipato ad una rissa insieme a loro. Ma è scioccato quando si accorge quanto sono brutali, per loro neppure un omicidio è tabù. Si mette nei guai quando la donna del capo si innamora di lui, e lui accetta favorevolmente le ‘avances’. Nel film prendono parte alcuni Hells.

 

 

Madcaps, Il Fronte della Violenza   (Angels from Hell)  (1968) – Regia di Bruce Kessler – Scritto da Jerome Wish – LA STORIA: Mike Connery, reduce dal Vietnam, riprende il comando di una banda di teppisti in moto, i Madcaps, con i quali, sfidando la polizia, compie una serie di bravate. Gli agenti non si lasciano sfuggire le occasioni per sfogare la propria ostilità contro i Madcaps: è così viene ucciso uno dei teppisti. Mike e i suoi si imbattono in una comunità di hippies, con i quali fraternizzano. Uno dei Madcaps uccide una delle ospiti e viene arrestato, ai Madcaps viene imposto di abbandonare per sempre la contea, Mike tenta di porre resistenza, ma uno dei poliziotti lo uccide.

Girl on a Motorcycle  (Nuda sotto la pelle) (1968) 91 min. – Regia di Jack Cardiff – LA STORIA: Una donna sposata lascia suo marito, salta sulla moto per vedere il suo amante. Mentre sogna ad occhi aperti di amarlo avrà un incidente mortale. In stretta sintesi questa è la trama, ma il film ha una bella fotografia nelle sequenze di strada, colorazioni in stile psichedelico tipiche degli anni, e ovviamente belle immagini erotiche di Marianne Faithfull. La sua moto è una BSA 650.

Easy Rider, Libertà e Paura  (Easy Rider)  (1969) – Regia di Dennis Hopper – Scritto da Peter Fonda & Dennis Hopper. – LA STORIA: Vincitore nel ’69 a Cannes del premio ‘opera prima’ come migliore regia. Due nomination all’oscar nello stesso anno come migliore sceneggiatura e miglior attore non protagonista. Questo film ha creato un nuovo genere: il ‘Road Movie’. Per la trama vedi lo speciale che gli abbiamo dedicato. In realtà non è un gran film come realizzazione, e non è stato neanche il primo del genere, ma da questo film in poi molte cose sono cambiate e a tutt’oggi è considerato ‘il film’ di tutti i bikers a cavallo di custom. Così è entrato a far parte dei grandi ‘Cult Movie’.

Angeli della Violenza  (Hells Angels ’69)  (1969) – Regia di Lee Madden – Scritto da Jeremy Slade, Don Tait – LA STORIA: Due fratelli hanno un piano su come derubare il casinò del Ceasar’s Palace a Las Vegas. Riuniscono il gruppo di motociclisti e mentre tutti gli altri stanno bevendo e si divertono fuori della città, loro si cambiano i vestiti e vanno a derubare il casinò. Naturalmente, la polizia non cercherà i due criminali ben vestiti fra gli Hells Angel. Nel film prendono parte alcuni Hells, oltre a ‘Sonny’ Barger che interpreta se stesso.

Corri Angel Corri!  (Run, Angel, Run)  (1969) – Regia di Jack Starrett – Scritto da Richard Compton, V.A.Furlong – LA STORIA: Un vero biker-Movie. Credo sia stato il primo ruolo da protagonista per William Smith ed anche il suo primo biker movie. Ha fatto un lavoro grande. Naturalmente è un B-Movie, un film di serie B, ma ha alcune buone cose e scene notevoli. L’anno successivo Smith ed il regista Jack Starrett hanno fatto insieme un altro film classico: ‘Nam’s Angels’.

 

And Then Came Bronson  (serie TV: ‘Then came Bronson’)  (1968-1969) – Regia di: William Graham – Scritto da: Denne Bart Petitclerc  – info sul web: http://www.thencamebronson.tv. – LA STORIA: ”And Then Came Bronson” fu una film prodotto dalla MGM nel ’68. Nel ’69 divenne una telefilm NBC-TV, con protagonisti Michael Parks (Jim Bronson) e la sua H-D Sportster rossa. Sorpresi dal successo di ‘Easy Rider’, la NBC adattò il film in un format da un’ora da programmare ogni settimana (26 episodi). La versione cinema fu distribuita solo all’estero. La trama: l’episodio pilota gira intorno a Jim Bronson, giovane reporter di San Francisco, che perde un amico suicida ed ha diverbi col suo datore di lavoro. Un amico lo convince che può avere di più dalla vita. Bronson prepara i bagagli, salta sulla sua Sportster e si mette in viaggio sulle Highway della costa. Nel film c’è una scena dove Jim si trova fermo ad un semaforo, nel traffico dell’ora di punta, affiancato da un automobilista. Questa scena diventerà quella di apertura della serie televisiva. L’automobilista, stressato dal sistema, ammira la moto ed esprime a voce alta i suoi pensieri, ‘Come vorrei essere al tuo posto!’… la risposta di Bronson, divenuta eco dei fans, fu ‘Veramente? allora fallo!’… e lui parte rombando verso nuove avventure ed infinite esperienze.

Pubblicato in Harley Davidson, Lettura | Lascia un commento

Il grande libro delle moto europee e americane anni “70

Il Volume affronta le motociclette europee ed americane degli anni ’70.Sono presenti numerose immagini, anche di carattere pubblicitario, fra cui spiccano nomi quali BMW, BSA, Norton, Triumph, Harley Davidson e molte altre.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Autori: Sarti Giorgio
Data stampa: 09/2005
Argomenti: Storico
Pagine: 239
N° foto a colori: 1000
N° foto b/n: 100
Formato: 28 x 25 x 2 cm
Lingua: Italiano
Rilegatura: Rilegato
Prezzo di vendita:
39.80 €

Pubblicato in Lettura, Natale, News | Lascia un commento

Nuova Harley-Davidson Softail Blackline

Linee snelle e filanti, unite alla robustezza del metallo e alla colorazione scura come l’asfalto della notte. Il nuovo modello Blackline è una Softail spogliata di ogni dettaglio non essenziale

Espressione di ribellione creativa in puro stile Custom, il Blackline celebra tre degli elementi fondamentali del mondo motociclistico: bellezza meccanica, combustione interna e il colore nero dei lunghi nastri d’asfalto che attendono di essere esplorati.

Il Blackline è una moto spogliata di ogni dettaglio non essenziale, ai limiti della legalità, in cui le sole concessioni al superfluo sono alcune finiture decorative e le luci.


Il telaio del Softail utilizza uno speciale sistema di controllo della sospensione posteriore che è caratterizzato da un gruppo molla-ammortizzatore montato in posizione orizzontale lungo i tubi del telaio posti sotto il gruppo motore, nascosti alla vista. In tal modo, mentre il forcellone posteriore replica fedelmente le linee vintage delle moto hardtail, il Blackline in realtà offre un sistema di sospensioni che garantisce prestazioni e maneggevolezza in linea con le esigenze della guida moderna.

Il motore Twin Cam 96B, con contralberi di bilanciamento, è incastonato all’interno del telaio, e costituisce un elemento di solida connessione tra il pilota e la potenza trasmessa alla moto.

Caratteristiche principali del nuovo Blackline:
• NUOVO look del gruppo motore
Il gruppo motore è caratterizzato dalla speciale verniciatura a polvere in colore nero lucido. I cilindri sono invece verniciati a polvere in colore argento, con dettagli lavorati a macchina. Il coperchio ispezione e il coperchio della distribuzione sono cromati.
• NUOVO copri-filtro aria ovale in cromo brillante.
• NUOVI tubi telaio e forcellone posteriore verniciati a polvere colore Black Denim.
• NUOVI cerchi a raggi con bordi anodizzati verniciati in colore nero. Cerchio anteriore da 21″, cerchio posteriore da 16″.
• NUOVA forcella FX con piastre di sterzo verniciate a polvere di colore nero e foderi forcella in colore nero.
• NUOVO manubrio Split Drag con cablaggi invisibili interni, montato direttamente sulla piastra di sterzo.
• NUOVO serbatoio Softail da 18,9 litri, caratterizzato da un profilo totalmente liscio sul lato sinistro e da un tappo serbatoio a profilo ribassato sul lato destro. Fascia serbatoio in metallo pressofuso specifica “Blackline”, che si estende dal centro del serbatoio verso il basso, fino a coprire la bulloneria della pompa carburante.
• NUOVO tachimetro analogico installato su un attacco specifico della piastra di sterzo, con indicatori di direzione integrati. Il display LCD integrato nel tachimetro include la spia della riserva carburante e una speciale funzione indicante l’autonomia residua.
• NUOVO corto parafango posteriore “Bobbed” con gruppo ottico posteriore che integra luce stop e luce posizione posteriore negli indicatori di direzione, supporto portatarga in materiale composito dotato di un leggero modulo che consente l’installazione della targa sul bordo inferiore del parafango posteriore.
• NUOVI supporti parafango posteriore forgiati e rifiniti con verniciatura a polvere di colore Black Denim.


• NUOVA profonda sella biposto con sellino passeggero integrato. L’altezza della sella da terra è pari a 660mm, il valore più basso mai visto su un modello Harley- Davidson®.
• NUOVO alloggiamento faro anteriore da 146mm di diametro con guscio esterno in nero lucido.
• Comandi a pedale avanzati in metallo lucidato.
• Scarichi “Shotgun” sovrapposti cromati.
• Di serie: ABS e sistema antifurto Smart Security System.








Pubblicato in Harley Davidson, Nuovi modelli | Lascia un commento

Il sito web Harley-Davidson per l’abbigliamento

Per godersi la vasta collezione d’abbigliamento “MotorClothes”, è possibile collegarsi al mini-sito raggiungibile entrando nel sito ufficiale Harley-Davidson.it e cliccando il banner in home page “Esplora MotorClothes Merchandise”. Navigando tra le sue pagine si ha la possibilità di consultare in modo rapido e divertente tutte le novità dell’abbigliamento Harley-Davidson e creare il proprio guardaroba dei sogni attraverso una “lista dei desideri”, ovvero un elenco dei prodotti preferiti, di cui il sito tiene traccia durante la navigazione.

Grafica e impaginazione permettono di ammirare fin nel più piccolo dettaglio tecnico i capi, dalla rifinitura del tessuto al più discreto ornamento.

Il mini-sito offre informazioni esaustive in merito ad ogni aspetto del merchandise Harley-Davidson. Uno speciale motore di ricerca a più variabili permette di trovare qualsiasi capo in breve tempo, classificando le proposte fino a sette categorie, scegliendo tra le diverse collezioni, le proposte maschili o femminili e il tessuto di cui sono principalmente realizzate. E’ inoltre possibile trovare e selezionare singoli capi in base alla loro popolarità o seguendo i parametri che l’internauta ritiene più interessanti.

Attraverso il mini-sito si può entrare in contatto con il concessionario Harley-Davidson più vicino per verificare la disponibilità presso i punti vendita dei capi d’abbigliamento preferiti. All’ interno del mini sito è possibile visionare le ultime collezioni, tra le quali: “Core Collection” (collezione disponibile tutto l’anno), le collezioni stagionali (disponibili per periodi limitati di tempo), “Spring & Summer Collection”, “Black Label”, “H-D Ink”, “Fashion Quarterly” e “Valentine’s Collection”.

Pubblicato in Abbigliamento, Abbigliamento ed accessori, Harley Davidson | Contrassegnato , | Lascia un commento